Monthly Archives: giugno 2017

Avere vent’anni: giugno 1997

DECEASED – Fearless Undead Machines Ciccio Russo: I Deceased sono una delle formazioni più gloriose e sottovalutate dell’intera scena estrema statunitense. Zero compromessi e un suono originale e inclassificabile, che strizzava l’occhio al death tecnico coevo e affondava le radici nel thrash più virulento e sperimentale. Sorta di concept album su un’apocalisse zombi, Fearless Undead Machines approfondisce la svolta melodica intrapresa

Continua a leggere

Avere vent’anni: MEGADETH – Cryptic Writings

Trainspotting: Sono affettivamente legato a quest’album perché è il primo dei Megadeth che ascoltai, anche se in verità non lo rimettevo su ormai da secoli. Non che io sia mai stato ‘sto grande fan dei Megadeth, comunque. Sull’iPod mi ero tenuto giusto Trust e FFF, la prima e l’ultima, che sono due belle canzoncine. Cryptic Writings è una delle classiche

Continua a leggere