Skip to content

Avere vent’anni: ELDRITCH – Seeds of Rage (raccontato da Terence Holler)

26 maggio 2015

eldritch-seeds

Vent’anni fa usciva Seeds of Rage, album unanimemente riconosciuto tra i fondamentali del prog metal nostrano e, più in generale, tassello importante per la scena italiana. Tempo fa parlai con Terence Holler, il cantante della band toscana, dopo un loro concerto tenutosi qui a Roma, e gli chiesi se avesse voglia di condividere con noi qualche ricordo personale su quel disco e l’atmosfera di quel periodo. Ebbene, vi lasciamo alle sue parole. (Charles)

Estate 1994, dopo tre demotapes su cassetta (Reflections of sadness 91, Promo tracks 92 e Promo tracks 93) sotto la guida di Limb Schnoor (manager e scopritore di Helloween e Angra e successivamente di Rhapsody) abbiamo firmato il nostro primo contratto discografico… E che contratto! Tre dischi in cinque anni per la tedesca Inside Out Music! Nel luglio ’94 entriamo negli studi K&K di Dario Cappanera a Livorno col fonico Luca Bechelli e ne usciamo esattamente due mesi dopo. La formazione era quella originale, che è rimasta intatta dal ’92 sino al ’99, e cioè Terence Holler (voce), Eugene Simone (chitarra), Martin Kyhn (basso), Oleg  Smirnoff (tastiere) e Adriano Dal Canto (batteria). Emozioni, risate, litigi e stress a palla! Senza dubbio un album riuscito, sperimentale, originale e “avanti”. Infatti la rivista tedesca più importante di quegli anni (Heavy oder was?) votò Seeds of Rage come album del mese nel maggio ’95, quando era appena uscito. Cinquemila copie vendute di botto e recensioni molto oltre la media ci proiettarono nella serie A del metal internazionale. Io e Eugene, tuttora autori da sempre della band e unici membri superstiti, siamo orgogliosi di essere riusciti a lasciare un segno indelebile nella storia della musica, oltretutto provenendo da un piccolissimo paese turistico sulla costa tirrenica toscana, veramente  fuori dal music business importante. Il 26 Maggio 2015 ricorre il ventesimo anniversario dell’uscita di questo album. (Terence Holler)

4 commenti leave one →
  1. fredrik permalink
    26 maggio 2015 20:27

    sempre troppo sottovalutati, gli eldritch. eppure non hanno mai sbagliato un album…

    Liked by 1 persona

Trackbacks

  1. Radio Feccia #20 | Metal Skunk
  2. ELDRITCH – Underlying Issues (Scarlet) | Metal Skunk

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: