Tag Archives: Borknagar

Avere vent’anni: BORKNAGAR – Quintessence

Credo si possa tranquillamente affermare che tutti i primi gruppi di Kristoffer Rygg aka Garm abbiano condiviso, almeno agli esordi, una cifra stilistica ben riconoscibile. Ovvero una base rappresentata dal black/viking alla quale aggiungere sperimentazioni tendenti al progressive/avantgarde. Unica eccezione gli Head Control System condivisi con Daniel Cardoso, batterista degli Anathema, che comunque arriveranno a metà anni Duemila. Di questi

Continua a leggere

Avere vent’anni: ottobre 1998

BORKNAGAR – The Archaic Course Trainspotting: Ultimo album con Ivar Bjornson alle tastiere e primo con Vortex alla voce, The Archaic Course fu un giro di boa piuttosto spiazzante nell’evoluzione dei Borknagar, perché segnò un cambio di direzione talmente netto da lasciare dubbiosi molti di coloro che ne avevano apprezzato i due primi dischi. Stilisticamente rappresentò l’addio alle velleità black

Continua a leggere

Avere vent’anni: BORKNAGAR – The Olden Domain

Ho associato alcuni musicisti alla sfortuna. Non so perché, ma uno dei primi a venirmi in mente è per forza di cose ICS Vortex. E’ entrato nei Dimmu Borgir e dopo aver timbrato il cartellino nell’album del rilancio, Puritanical Euphoric Misanthropia, questi hanno combinato cose che spero di dimenticare in fretta. Ha sostituito Garm negli Arcturus dopo una perla come

Continua a leggere
« Vecchi articoli