R.I.P. Chick Corea [1941-2021]

Mentre scrivo queste righe ho sul piatto a ripetizione Now he Sings, Now he Sobs, che è anche uno degli album che mi verrebbe da portare sulla proverbiale isola deserta, se mi venisse richiesto di sceglierne dieci spaziando tra i generi che più mi piacciono.

Chick Corea era una artista immenso, chi lo conosce in tutte le sue plurime incarnazioni professionali lo sa bene. Questo signore così cortese e raffinato fu un gigante proveniente da quella generazione fenomenale che arrivò sulle scene con nomi come Herbie Hancock, McCoy Tyner e Keith Jarret. Mostri del pianoforte che cambiarono il jazz trascinandolo dagli anni Sessanta agli anni Settanta dopo avere imparato la lezione di Miles, che fu il primo ad amplificare gli strumenti in una rivoluzione (l’ennesima a sua opera) che vide i puristi ancora una volta storcere il naso. Armando Anthony Corea ci si tuffò e mise tutta la sua immensa creatività nei Return to Forever, lasciando ancora una volta un segno indelebile.

Un uomo nato e vissuto per la musica, polistrumentista (un altro mostro come Dave Weckl sosteneva che fosse anche un batterista di livello, cosa che detta da un nome del genere fa una certa impressione) e che non viene ricordato solo per la spinta creativa che diede alla fusion, ma per la sua opera tutta, siano gli indimenticabili duetti con Gary Burton o la forma a cui personalmente sono più affezionato, ovvero quello “scarno” trio acustico di inizio carriera con Miroslav Vitous e Roy Haynes.

Nonostante la malattia è rimasto attivo fin quasi all’ultimo, e il disco Trilogy 2 del 2019 (altro trio, stavolta con Chris McBride al contrabbasso e Brian Blade alla batteria) è da considerarsi come il testamento di un uomo e artista di classe superiore e che ci mancherà sicuramente. Il 2021 non inizia bene per nulla. (Piero Tola)

6 commenti

  • Il jazz è come la matematica per capirlo ci vuole predisposizione. Non sono mai riuscito ad arrivare alla fine di un pezzo, neanche questa volta. Ovviamente è soltanto un problema mio ! Comunque qualcosa mi evoca, per esempio tizi ben vestiti e con un ottimo stipendio che girano per locali il lunedì sera perché il giorno dopo possono permettersi di arrivare tardi nell’ ufficio di Wall street, insomma proprio la nemesi di un metallaro working class hero.

    Piace a 1 persona

    • Io ho suonato entrambi i generi e ti assicuro che in entrambi i casi sei squattrinato, tanto che ho poi fatto un altro mestiere.

      "Mi piace"

      • Più che altro mi riferivo agli “ascoltatori” un po’ hipster che frequentano quel tipo di club. Sicuramente chi suona lo fa perché ci crede e perché è bravo, insieme a moltissimi di quelli che li vanno a sentire, ma ci sono anche molti poser attratti dalla nicchia tipica di queste sonorità. Un saluto

        "Mi piace"

  • Alberto Massidda

    argh

    "Mi piace"

  • posso dire di esserne rapito quando mi capitava di andare per qualche motivo ad un concerto jazz, anche di musicisti poco o nulla conosciuti, ma quando sono a casa non riesco a sentire più di qualche brano di seguito. Richiedono secondo me troppa concentrazione, e di solito quando rientro da lavoro sono sempre mezzo esausto. Pur non essendo un conoscitore, ma avendo letto qualche libro sulla storia del Jazz, certe cose Dixieland o anche sperimentali non sono affatto male…

    "Mi piace"

  • Eh, che peccato, Chick Corea è un punto di riferimento per gli amanti della musica in generale e lo sarà sempre. Ha fatto cose eccezionali in tutti gli ambiti in cui si è cimentato, che sono tanti, e, dovunque c’è il suo zampino, si può star sicuri che sia buona musica. Veramente difficile accettare questa perdita, ma tant’è.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...