Vai al contenuto

Avere vent’anni: THRESHOLD – Clone

24 novembre 2018

threshold.jpg

Damian Wilson è stato il cantante dei Threshold. Fra le cose a cui era più abituato nella quotidianità, c’erano piccoli e semplici gesti come gettare l’immondizia, cucinarsi un piatto di pasta, oppure uscire dai Threshold. Nel 1998 lo avrebbe fatto di nuovo, e ancora una volta, gli effetti sul gruppo inglese sarebbero stati benefici.

In pratica, in questo gruppo si sono alternati tre cantanti: uno era appunto Wilson, quello dotato del timbro più particolare. Poi c’era Glynn Morgan, che cantò sul bellissimo Psychedelicatessen e poi scomparì, ed oggi è nuovamente in sella con una voce calda e potente che ti stupisce come se non fossero passati oltre vent’anni. Infine Andrew McDermott, il quale ebbe una grande continuità all’interno della formazione, segnando con tutta probabilità il suo periodo discografico più prolifico. Sfortunatamente, abbiamo perso quest’ultimo meno di otto anni fa a causa di una insufficienza renale. McDermott era la voce ideale per i Threshold, o meglio lo era in quel preciso momento della loro storia: avevano definitivamente abbandonato il taglio tosto e americano delle prime release in favore di una ricetta più moderna e appetibile, ed avevano rivolto la loro musica a un pubblico potenzialmente più vasto, senza commettere le puttanate comuni ad altri.

L’aspetto classico del loro sound non era scomparso al momento di cambiare vocalist, traspariva dai riffoni di The Latent Gene e in tanti altri momenti: non era più elemento dominante, non era nemmeno più una cosa da considerare essenziale, da una band che andava incarnando al meglio il sound rallentato e corposo del metal degli anni Novanta. Ancora una volta userò il termine sfortunatamente, poiché, tornando a McDermott, quest’ultimo li avrebbe condannati a insensati paragoni con i Dream Theater, fattore che in quei tempi era più o meno prassi per tutti coloro che andavano cimentandosi col prog metal: capitò ai Vanden Plas, capitò pure a loro e ad un sacco di altre realtà europee.

Non c’era scampo, e il timbro cristallino di McDermott fu in un certo senso l’esca incendiaria, nonostante egli si fosse perfettamente rivelato in grado di tenere botta al cospetto degli episodi più potenti, come lo fu dal punto di vista vocale un brano come Change, che sembrava scritta per Morgan. Lo dico sinceramente: Clone del 1998 lo tengo in considerazione più perché vi debuttò il terzo cantante – in ordine cronologico – della band anglosassone, che per la sua reale superiorità rispetto ad altre composizioni passate o future che fossero. Angels era molto bella, così come Goodbye Mother Earth o la paraculaggine di Life’s Too Good col suo attacco a fungere da specchio per le allodole. In linea di massima i risultati del precedente Extinct Instinct furono superati, e non era neanche così difficile farcela. Ma in futuro le cose sarebbero andate meglio sia con Hypothetical, sia con Dead ReckoningMarch Of Progress (ma in quest’ultimo ci sarebbe stato nuovamente Damian Wilson, pronto a lasciare di nuovo dopo qualche annetto di sopportazione).

Che dire ancora? Band sottovalutata, da recuperare con calma e attenzione, e che in quegli anni era stata messa sotto la lente d’ingrandimento dalla più che specializzata label Inside Out Records, con la quale avrebbero debuttato a breve. (Marco Belardi)

One Comment leave one →
  1. vito permalink
    24 novembre 2018 18:20

    Per noi avventori non paganti del vostro blog è sempre un piacere scoprire gruppi dei quali non abbiamo mai sentito parlare ma che sicuramente ci andranno a genio.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: