Dialoghi platonici: il primo disco che ho comprato

annafalchicalendariomax

Non ricordavo fosse stato sponsorizzato dalla Peroni

Charles: Gente, proposta per pezzo collettivo di cui abbiamo già parlato nella recente cena inaugurale della nuova ‘redazione’ di Metal Skunk: il primo disco (inteso come cd, cassetta, lp, etc.) che avete comprato e (aggiungerei) il primo che avete rivenduto. Fatevi sto sforzo di memoria, orsù.

Ciccio Russo: Il primo che ho rivenduto non lo ricordo proprio, sul primo che ho comprato non sono sicuro al 100%, credo sia stato Killers.

Il Masticatore: Potremmo fare il primo disco degli Iron Maiden comprato.

Charles: Ne può venire uno spin-off interessante.

Matteo Cortesi: Per me, in entrambi i casi la risposta è la stessa: Fear of the Dark.

Il Masticatore: Oppure prima foto del cazzo del Negro ricevuta dal Roberto Bargone.

Cesare Carrozzi: Non mi ricordo.

Andrea: Primo comprato Beneath the Remains, primo rivenduto boh? Ma ci starebbe anche primo disco metal ascoltato, a ‘sto punto.

Roberto Bargone: Io Ballbreaker, ma ho già fatto la recensione.

Ciccio Russo: Se la buttiamo tutti sui Maiden come suggeriva Il Masticatore? Massimo risultato col minimo sforzo. Lo chiamiamo ‘La prima cassettina dei Maiden’ o qualcosa del genere.

Charles: Per me va benissimo uguale. Se pure gli altri negri sono della stessa idea facciamolo. Solo che il primo dei Maiden sentito non lo puoi arronzare.

Ciccio Russo: Ma più che parlare del disco parliamo delle tdk, sempre che a qualche altro negro interessa.

Piero Tola: Io posso parlare del mio primo acquisto metallaro (Maiden, tra l’altro), ma secondo me è più interessante se chi non ha iniziato con loro parla di altri dischi di altri gruppi.

Andrea: Per me il primo dei Maiden è stato anche il primo disco metal in assoluto – ci dovrei scrivere un libro.

Charles: Io intendevo il primo disco in assoluto. Mo’ non ci sto capendo più un cazzo manco io.

Il Messicano: Io non ricordo né l’uno, né l’altro. Perché non facciamo un qualcosa, che ne so, su un disco importante per ognuno di noi? Non il preferito per forza, ma tipo uno dei dischi ‘formativi’, che ne so. Qualcosa del genere. Sarebbe più ‘facile’, no?

Ciccio Russo: Anche, una roba tipo ‘Il disco che mi ha consegnato a Satana’, così se uno vuole parlare di Oro, Incenso e Birra è liberissimo.

Charles: A ‘sto punto ‘La prima femmina sulla quale mi sono segato’. Nel mio caso la presentatrice tv di Italia1 Gabriella Golia. E poi tantissime sulle gambe di Simona Ventura.

El Greco: Ottima la Golia! Io prima pippa, mi pare, con Colpo Grosso.

Ciccio Russo: Anche a me piaceva la Golia! Prima pippa non ricordo.

skopriogolia

Charles: La prima pippa non si scorda mai.

Ciccio Russo: Una copertina di Panorama e l’Espresso dell’epoca bastava per un mese. I miei li prendevano tutte le settimane, vatti a ricordare il puttanone di turno.

Charles: Ah, le copertine di Panorama. Quanti bei pomeriggi.

Il Masticatore: Mia madre comprava Oggi, incredibile.

Charles: Zio Vicienzo, il mio barbiere da bambino, mi prestava sempre Cronaca Vera di nascosto a patto che glielo riportassi la volta dopo al salone.

Piero Tola: E le pagine si staccavano dopo?

Charles: Erano già tutte appiccicaticce. Zio Vicienzo era ‘signorino’ e dunque un grandissimo segaiolo. Il più grande rattuso che conosca. Chissà se è ancora vivo.

Il Masticatore: Io mi sa le Letterine di Passaparola. Poi la Edwige Fenech, ma quello capita ancora oggi, è un amore duraturo.

Charles: Comunque, Ciccio, direi che abbiamo il pezzo…

Ciccio Russo: Perché no.

Il Masticatore: A questo punto ci tengo a dire che riuscii a farmi una pippa guardando le donne nude di Schindler’s List.

Ciccio Russo: io conoscevo uno che affermava di riuscirci con la cosa a tre di Arancia Meccanica, quella con il Guglielmo Tell di Rossini di sottofondo. La metteva al rallentatore.

25 commenti

  • Il primo disco non lo ricordo nemmeno io, mentre concordo con Charles quando dice che la prima pippa non si scorda mai e nel mio caso era la conduttrice di solletico.

    "Mi piace"

  • Panorama…..ahhhhh…..le tette eteree della Bruni SEMPRE in copertina….il mio primo disco comprato? una top ten del 1986 serie la grande storia del rock di Repubblica; quello metal? Imaginations from the other side dei Blind Guardian preso in gita scolastica in Francia

    "Mi piace"

  • la mia prima pippa? sono incerto tra uno Skorpio od un Lanciostory….

    "Mi piace"

  • Ah, il Teletutto degli anni Novanta! Primo disco comprato “Blur”; primo disco metal direi “Powerslave”.
    Ma che ce venite ar Foschfest?

    "Mi piace"

  • come se fosse oggi la prima volta, la dedicai ai capezzoli della tipa che usciva dalla spiaggia per la pubblicità Bilboa.

    "Mi piace"

  • Io ricordo delle gran pippe quando passavano su mtv il video di Be my baby di Vanessa Paradis. Ma ci metterei anche quelli di Madonna (forse era justify my love, boh) e la modella del video di Chris Isaak.
    Il primo cd acquistato credo che fosse Superunknown dei Soundgarden.
    Bei tempi andati….

    "Mi piace"

  • primo disco metal ascoltato/acquistato/disco che mi ha consegnato a satana (ma l’ho capito più tardi): black album, in cassetta. primo maiden: X factor, in CD. primo disco rivenduto: ostia questa è difficile. l’ignobile risk? face the heat degli scorpions (che col senno di poi potevo pure tenermi)? boh… primo raspone: non ricordo ma sicuramente pensando a qualche compagna di classe o conoscenza, mi piacciono le cose realistiche e non seguo fantasie proibite tipo attrici o modelle

    Piace a 1 persona

  • sergente kabukiman

    non ho capito il tema dell’articolo, quindi mi limito a constatare che se eddie nella copertina di fear of the dark(disco che mi ha fatto scoprire il metal, prestato da un amico una sera, parte be quick e la mia testa fa BOOOOOOM) avesse avuto le tette grosse, avrebbe fatto tombola nel cuore di tutti noi/voi

    "Mi piace"

  • Primo disco regalato Use your illusion, primo comprato The number of the beast.

    "Mi piace"

  • Primo disco in assoluto: “sin after sin”, pagato 18 mila lire. A ruota, secondo disco in assoluto: “cowboys from hell”, 14.700 lire. Era il 1997.

    "Mi piace"

  • il mio primo disco: 1998, Nightfall In Middle-Earth, a 12 anni ebbe inizio la mia conversione all’Heavy Metal.

    "Mi piace"

  • Il mio battesimo del metallo avvenne nel 1999, avevo 14 anni. Comprai 3 album insieme: Fear of the dark, The number of the beast e l’appena uscito Powerplant dei Gammaray. Ero con mio padre, salii in macchina e piazzai nel lettore Fear of the dark. Be quick or be dead fu quindi la mia prima canzone metal. Ricordo che ne rimasi abbastanza sconvolto, non fu certo amore a prima nota, io che venivo dai Queen e dai Litfiba come ascolti principali trovai questa nuova musica molto pesante e rumorosa… ma mi ci abituai moolto presto… tempo 2 mesi stavo trascinando il mio vecchio (sempre lui, grandissimo che mi ha sempre incoraggiato…) da Merula per prendere la mia prima, scadentissima chitarra elettrica. Il resto è storia di una passione che dura oggi come ieri! Album rivenduti? Mai, neanche i più merdosi. Dio (R.J. ovviamente) benedica l’heavy metal!!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...