Skip to content

Jar Jar Abrams e le bestemmie stellari

5 gennaio 2016

Questo sbrocco contiene anticipazioni sul film (SPOILER) quindi non piagnucolate che non vi avevamo avvertiti.

han-solo

Dopo aver visto un film di questa portata devi sempre fare i conti con le tue reazioni a caldo e quelle a freddo. 

Ian Solo muore ammazzato dal suo stesso figlio: J.J. Abrams sei un pezzo di merda. Tutto il resto del discorso viene di conseguenza perché questa cosa mette in discussione tutto. Sì, perché non riesco più a guardare in relax il resto del film dopo che mi hai ammazzato il protagonista. Visto pure che il vero protagonista della saga, Dart Fener, era correttamente morto alla fine di quella che doveva essere LA FINE. Già, il protagonista di oggi non è il soldato dell’Impero (che qui si chiama Primo Ordine) con le sue crisi di coscienza, o quella ficasecca che scopre di essere una jedi. Il protagonista, l’unico possibile, doveva essere Ian Solo: l’eroe umano, umano in quanto non dotato di superpoteri ma personaggio eroico che fa cose eroiche, dunque quasi sempre stupide ma a fin di bene, il personaggio più positivo di tutti, quello le cui battute danno il ritmo e l’atmosfera scanzonata e sdrammatizzante alla trilogia originale. Lo Ian Solo eroe umano è il mio preferito per le stesse ragioni che mi fanno preferire Batman a Superman e Iron Man a Thor. J.J. Abrams sei pesante. Non c’era bisogno di ammazzare Ian Solo. J.J. Abrams vaffanculo.

3765_10208493869527586_795353825870745424_n

Poi ci sono le reazioni a freddo. Ian Solo muore ammazzato dal suo stesso figlio: J.J. Abrams tu non verrai ricordato per aver disilluso milioni di ragazzi come me che aspettavano la Rivelazione nell’ultima stagione di Lost, e nemmeno verrai ricordato come quello che ha devastato il ricordo che un cinquantenne di oggi poteva avere di Star Trek prima che tu ci mettessi le tue luride mani sopra facendolo diventare, come definirla, una cazzata? Tu invece verrai ricordato come quello che ha fatto morire Ian Solo e che ha trasformato la fiaba contemporanea per eccellenza, quella dove il bene alla fine trionfa sul male, in una squallida commediola dove per alzare la tensione fai morire il protagonista. Qualche sapientone mi dirà: sì, ma Ian Solo si immola per il figlio come Obi-Wan Kenobi si immolava per Luke Skywalker. Manco per un cazzo. Non ce n’era bisogno, e per chi poi? Per questo personaggiucolo da quattro soldi di Kylo Ren (che non riesce nemmeno ad ammazzare in un duello all’arma laser un addetto alle pulizie e la cui splendida faccia di cazzo Jar Jar non ha esitato nemmeno un attimo a svelarci)? Qualcuno gli spieghi che nelle fiabe di solito sono i cattivi a morire e alla fine, non all’inizio (sì, perché questo è l’inizio di una nuova maledetta trilogia). E non lo so se questa morte fosse già scritta nella storia di Lucas e nemmeno mi interessa saperlo, ma spero di no. Quindi vogliamo parlare della trama? Riciclata come al solito e piena di assurdità. Penso sia inutile anche manifestare l’inutilità di questo discorso. Vorrei chiudere con un pensiero post-natalizio ma la stessa sorte di Ian Solo non si augura a nessuno. È sufficiente il retaggio che ti porti dietro a dannarti per l’eternità. (Charles)

12410531_10208372918829808_4371137888340099192_n

 

7 commenti leave one →
  1. weareblind permalink
    5 gennaio 2016 11:38

    “Quando LE stai per venire in bocca”. Cazzo, almeno le buone maniere in italiano. Non ho ancora visto il film, ma ormai sono nel gorgo. Lo guarderò per purgarmi, col cilicio.

    Mi piace

    • 5 gennaio 2016 11:41

      ehm, l’immagine viene da una pagina facebook volutamente becera, noi saremo pure delle brutte persone ma le scuole dell’obbligo le abbiamo completate…

      Liked by 2 people

      • weareblind permalink
        5 gennaio 2016 11:55

        Ahahhahhah è per questo che mi trovo a casa qui. Gran lavoro ragazzi.

        Mi piace

      • fredrik permalink
        5 gennaio 2016 12:06

        infatti, almeno il paperolaydo era perfetto nella sintassi.

        Mi piace

  2. Cpt. Impallo permalink
    5 gennaio 2016 14:58

    Che film di merda, affanculo

    Mi piace

  3. sergente kabukiman permalink
    7 gennaio 2016 19:37

    il mio problema con questo film è stata proprio la morte di han, non perché non me l’aspettassi( era una scena telefonatissima con quella cazzo di passerella nel vuoto, ma pensa se ci cadeva il cattivo meno spaventoso della storia, sai che bomba?) ma perchè è una botta emotiva troppo forte e fondamentalmente non te ne frega un cristo di niente di quello che succede dopo, o almeno così è stato per me, aggiungi poi il fatto che appunto la ragazzina diventa jedi nel giro di 20 secondi mentre coso la aspetta e il gioco è fatto. volevano fare una cosa cazzuta? chewbi che si incazza e comincia a staccare teste a morsi e a mani nude. questo sarebbe stato un finale coi contro-cazzi!

    Liked by 1 persona

Trackbacks

  1. Il Risveglio della Forza: una difesa d’ufficio | Metal Skunk

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: