Skip to content

SHOCK EMAIL #2 [fette di torta e palle da basket]

27 novembre 2010

Mi scuso con tutti i miei ventiquattro (su internet sono di meno) accaniti e fedelissimi e psicopaticissimi lettori per averci messo più di due mesi a far uscire il secondo numero della Shock Email, ma la verità è che molte cose sono cambiate nella mia vita tipo che ho cambiato temporaneamente città abbandonando Roma ma soprattutto Ciccio, che in questo momento sta cercando un coinquilino per riempire la mia stanza e soprattutto il vuoto nel suo cuore, lui che ora non potrà più svegliarsi ogni mattina con gli Sbudellation a manetta perché molto probabilmente gli capiterà una persona normale che al quinto giorno gli spacca la testa con un machete, piuttosto che un amico ultradecennale metallaro e soprattutto parecchio scoppiato che il massimo che può fare è fare le cornine scapocciando mentre passa davanti alla porta per andare al cesso.* Nel prossimo numero tutti gli aneddoti sugli aspiranti coinquilini di Ciccio.

TWO BEAVERS ARE BETTER THAN ONE [IT’S TWICE THE FUN (ASK ANYONE)]

Caro Bargone, stavo pensando a uno strano parallelismo. Perchè se ci pensi il Metal attuale è come il Porno: al 99% è sempre la solita roba; poi certo, ogni tanto becchi Gianna Michaels o Audrey Hollander, che pur non facendo nulla di nuovo sono comunque realtà valide, perchè ci mettono tecnica, impegno e passione. Ma spesso i gruppi Metal sono tali che tu li ascolti, ti piacciono, ma dopo tre mesi li hai dimenticati. Proprio come i filmati porno, che dimentichi ben prima dei tre mesi. Se vai a cercare qualcosa di nuovo, noti che spesso si diverge a sodomia, coprofilia e roba simile, quindi si esce fuori dal campo in esame. E i gruppi Metal che cercano di fare cose nuove spesso non sono più Metal ma diventano altro (non che sia un male eh, ma qui si sta parlando di musica pesa). Io non so, forse il problema è pure nel fatto che con la tecnologia è possibile realizzare buone produzioni a basso costo, secondo me l’80% dei dischi che escono oggi qualche anno fa sarebbero stati dei demo. Proprio come negli amatoriali. A che serve pubblicare video di trenta secondi col cellulare con 16 pixel (e casomai senza nemmeno il grand final)? Tutto questo satura il mercato pornografico rendendo veramente difficile che dei video amatoriali validi, sinceri, sperimentali e sanguigni ricevano l’attenzione che meritano. Io non lo so Bargone, ma se ripenso agli anni ’80 e ’90 mi vengono le lacrime agli occhi. Quello che voglio dire è che secondo me il Metal dovrebbe farsi ricrescere un po’ il pelo, che un po’ di pelo non fa mai male. È solo questa la soluzione, il resto sono pippe.
P.S. Consiglio a tutti i Kvelertak, che sono meglio di Selen.
Masticatore di escrementi

Sono ammirato. È da anni che cerco di dare un’impalcatura teorica al parallelismo tra metal e wrestling, nella convinzione che il wrestling sia non solo metafora della vita ma anche frattale di tutti i microcosmi della vita stessa, tra cui il metal. Al parallelismo col porno non ci sarei mai arrivato ma, a mia discolpa, non ci è arrivato mai neanche Mancusi. E se non è arrivato lui a escogitare una cosa del genere, vuol dire che sei avanti dieci anni. O che sei un pazzo criminale, decidi tu.

THE –BUT HUM- DRINKING GAME

Bargggggg… che bello rivedervi!
Sono cresciuta con i tuoi/vostri insegnamenti -in tuo onore mi sono iscritta a Lettere e quando sarò disoccupata ti penserò- e una volta fui addirittura pubblicata! Probabilmente non ti ricordi ma all’epoca scrissi una lettera in cui asserivo di voler sposare il Mancusi… demoralizzata dalla tua risposta però cambiai obiettivo e “ripiegai” su Mikael Stanne  (che, ricordiamolo, assomiglia a Michele Romani). Non è forse il cantante più ciccino della storia??? A questo proposito,cosa ne pensi del loro Dvd registrato a Milano?
Sempre a proposito di concerti… hai sentito che casino al Sonisphere di Zurigo? Io sono uscita da quel parco di m.. tenendomi le scarpe (ormai ridotte ad uno strato informe ripieno di fango) in mano e urlando: “I napoletani l’avrebbero organizzato meglio!!!”

Riassumendo, mi mancavate.
Angela

Non so se provare felicità per aver fatto guadagnare un’anima alla causa delle Lettere o rimorso per avere indirizzato la stessa sulla via di un’erudita disoccupazione. Grazie per le belle parole, che fanno molto piacere a tutti noi ma soprattutto a Mighi Romani; non ricordo la risposta che ti ho dato sul Mancusi, ma penso di averne capito il senso, e suppongo che ora probabilmente sarebbe diversa. Anzi, io direi di aprire ufficialmente un concorso per aspiranti future ex mogli di Aldo Luigi Mancusi. La candidata dovrà possibilmente essere bionda, alta un metro e settantacinque, il naso grosso e gli stivali alti. Per tutto il resto ricordatevi sempre che lui è quello che è riuscito a scrivere “QUELL’ARIA DA PORCA…” come strillo di copertina, caso editoriale penso unico in Italia. Riflettete su quei puntini di sospensione, perché rivelano molto della lucida follia dell’uomo che vorreste come padre dei vostri figli.

SLAPSGIVING

Ciao Rob! Leggo MS dal 2002 fino al nefasto giorno in cui scoprii che l’edizione cartacea era ormai un ricordo lontano. Ti volevo chiedere alcune cose che magari hai già detto ma che mi saranno sfuggite:
1) E’ normale ascoltare Death Magnetic costantemente? Devo rivolgermi ad un medico? A parte tutto cosa ne pensi dell’ultimo album dei Metallica?
2) Con l’uscita di Portnoy dai Dream Theater, pensi che perderanno qualcosa e che sia giusto che loro continuino a suonare senza uno dei cardini del gruppo?
3) Vedi la possibilità di ripetere il triplete!?
A parte la terza domanda, ti faccio i complimenti e spero di essere lo sfortunato che finirà nella tua splendida rubrica.
Gianni Orion

Daje.
1-Non so, anche Ciccio lo fa. Non costantemente, ma quando è uscito l’ha ascoltato spesso, e tuttora lo rimette nello stereo. A me non piace, mi prende a male, però comprendo i motivi per cui possa piacere.
2-Ma loro possono fare quello che vogliono, di certo però senza Portnoy non sarà mai la stessa cosa. Al mondo ci sono migliaia di batteristi che sono cresciuti coi Dream Theater e che potrebbero riprodurre il suo stile, ma il peso di Mike Portnoy nella band era enorme anche a livello di identificazione del pubblico. Era soprattutto lui a tenere i rapporti coi fans, su internet, durante i clinic, dopo i concerti, nelle interviste… sinceramente se vedessi una foto di gruppo con LaBrie, Petrucci, Myung, Moore e un altro tizio non penserei  ai Dream Theater, al massimo a qualche sideproject sbrodoloso di quelli loro. Comunque non penso prenderanno questa via. Credo piuttosto che prenderanno qualcuno che con Portnoy non c’entra niente, e tenteranno di mutare forma. Ripeto, possono fare come gli pare, noi li si ascolterà senza pregiudizi ma non saranno più i Dream Theater.
3-Solo se torna Quaresma.

TRANSILVANIAN ICECREAM – COLD !

MAYBE NUNZIO STRIKES TWICE

Uno (uno che si firmava con un buffo nome de plume come “Nunzio – the man who lived twice”) crede di potercela fare senza un magazine stampato col culo e che mette in copertina una foto dei P.O.D. sgranata. Uno pensa di potersi accontentare delle altre riviste che scimmiottano Kerrang! quando va bene solo perchè non possono permettersi i “vaffa” alle band che fanno schifo in puro stile Terrorizer.
Appunto: uno pensa di potercela fare. E invece no, non ce la fa. Inizia a schifare le altre riviste per il loro stile troppo mainstream, per la scelta obbligata di supportare le più nefande mode e i crossover più tamarri come il metalcore (come se noi già dieci anni fa non avessimo conosciuto i Converge o i Coalesce…) e alla fine inizia a fidarsi persino di riviste di altro tipo, perchè il metal no, in Italia non sappiamo supportarlo senza il timore di ferire l’orgoglio dei nostri amichetti o cuginetti che hanno una band a Milano e non sappiamo dire loro che il loro demo fa schifo al cazzo!
Ehhh… io che ho letto Metal Shock per circa 8 anni o qualcosa di meno posso solo felicitarmi di due cose:
– grazie a dei brutti ceffi come te (Bargone, no?) (no, sono Fabio Bava. E ora dirò ‘FORZA JUVE PORCOD**’ scorreggiando, ndbarg) e gli altri Russo, Cortesi, Mancusi, Socci etc. (che in tempi non sospetti già citavano band che i pischelletti di oggi non conoscono ma soprattutto non vogliono conoscere) oggi ascolto molta ma MOLTA più roba che non solo metal;
– mi avete pubblicato ben SETTE volte sulla vostra shock mail (compresa una volta in cui mi avete letteralmente aperto il cuore ripescando una vecchia mail che credevo fosse persa per sempre)!
La felicità di rivedervi anche solo “in onda” sul web è tanta, fidatevi, come tanta era la malinconia che mi avvolse quando capii che non avreste più stampato nessuna cazzo di copia.
E il mio sogno di farmi ‘na birra con Bargone è ancora vivo (nel frattempo gli anni passano e ormai sono ad un salto dalla laurea specialistica in Filologia Moderna, ricordi?)!
Grazie di tutto, grazie per esserci stati e per esserci ancora.
P.S. La musica è la mia vita, esattamente come un tempo, e i mie più recenti acquisti sono: Bad Brains “The ROIR Sessions”, l’utimo Converge, Brutal Truth, Morrissey, e mille altre cose. Anche per questo (inclusa l’insana passione di Cortesi per gli Smiths) grazie!

Nunzio – the man who lived twice

Ma non solo tu eri contento quando ti vedevi pubblicato: anche io ero felicissimo quando mi arrivava la nuova lettera di uno di quelli che, come te, scriveva spesso. Anzi, più uno scriveva più aveva possibilità di finire nella Shock Mail. Non so se ricordi Tonno. Fu il primo a scrivermi a ripetizione, e per un paio d’anni era diventato quasi un ospite fisso della rubrica, più precisamente fino a quando morì Wojtyla: a quel punto, dopo non so quante lettere tutte demenziali, mi scrisse una specie di necrologio lunghissimo e lacrimevole sul papa, che c’entrava con la Shock Mail quanto Veltroni a un concerto dei Death in June. Sinceramente non me la sentii di pubblicarlo. Speravo avrebbe capito. E invece non mi scrisse più. Mi dispiacque tantissimo: ancora non so che fine abbia fatto, e l’ultima testimonianza che mi rimane di lui è questo pianto greco sul papa, tra l’altro francamente insostenibile. Chissà che fine avrà fatto adesso, magari è diventato massone e regge le sorti del mondo da una caverna a mille metri di profondità in India, facendo risuonare le umide pareti dell’antro del suo ghigno satanico. O magari è passato a Flash. Gli auguro più la prima però (si fa per scherzare Klaus, sei un grande).
Poi è arrivato Don Chuck Schuldiner Castoro, che ha scritto anche per noi per un breve periodo. L’ho sentito su MSN qualche mese fa, ha smesso di sentire metal ed ha adottato uno stile di vita molto milanese, quale lui del resto è. Tu e il Masticatore siete i migliori comunque, perché vi ho ritrovati anche qua. La birra ve la pago io. Ora però dimmi che cazzo vuol dire il tuo nickname.
(Roberto ‘Trainspotting’ Bargone)

* 848 battute in un solo periodo, senza mai fermarmi né rileggere. Ne sono ancora capace, figli di puttana. Non mi avrete mai.

9 commenti leave one →
  1. Daniele permalink
    27 novembre 2010 14:05

    nostalgia…

    Mi piace

    • Fjelle permalink
      27 novembre 2010 18:07

      All’epoca magari neanche si riusciva ad apprezzare in pieno la genialità di Metal shock, ma che davanti alla Pianura Padana di idee dell’attuale stampa metal fa scendere più di qualche lacrimuccia di nostalgia. Mi consolo pensando ad Audrey Hollander violentata da una decina di cheerleader armate di strap-on.

      Mi piace

  2. funambolo permalink
    27 novembre 2010 14:26

    era da anni che mi chiedevo che fine avesse fatto Tonno.

    Mi piace

  3. nunzio permalink
    29 novembre 2010 02:02

    Allora.
    Per i semplice fatto mi hai ri-ri-ri-ri-ri-ri-ri-ripubblicato, TI GIURO, a stento trattengo le lacrime (non d’ascella). Ci siete, cazzo, ci siete! E ancora mi piacete!!! Non smetterò mai di seguirvi, dovessi pure ritrovarvi in giro a supportare la lista antiabortista di Giuliano Ferrara, sul serio.
    Poi, in tutta franchezza, ho capito di esserti entrato dentro con tutto me stesso (ehm…) assieme al Masticatore di Escrementi, e se uno come me si esalta per una compagnia del genere, manco la Filologia Moderna ti salva più! Ti ringrazio e vi ringrazio tutti, ancora…
    Robbè, la birra sul serio ce la dobbiamo fare…porca troia se solo potessi rintracciarti!!!
    Ora: il mio nick non significa nulla, assolutamente. Fu una stupida trovata (molto ingenua) per potermi dare un’identità del cazzo imitando quel celebre film di Hitchcock (Vertigo), nulla più, nessun significato nascosto ma siccome molti avevano nick demenzialissimi, io sicuramente sono passato come il nerd di turno che si cela dietro oscuri nomi di battaglia…oggi sarei MOZZER85, per dire…ma non ce la faccio a perdere l’ultimo briciolo di adolescenza rimastami.
    A presto (almeno una volta dobbiamo beccarci, io sto a Bari ancora per poco e poi chissà).
    P.S. non sono gay.

    Mi piace

    • Charles permalink
      29 novembre 2010 18:30

      fantastico…

      Mi piace

    • nox permalink
      7 settembre 2012 22:15

      “ma non ce la faccio a perdere l’ultimo briciolo di adolescenza rimastami.”

      è vero, quanti ricordi tornano alla mente, sembra d’esser tornato ragazzino (non che sia novantenne ora) :)

      Mi piace

  4. oxiod permalink
    29 novembre 2010 20:10

    si però se continuate con ste cose della serie “nostalgia, nostalgia canaglia” mi prende male di brutto ogni volta

    Mi piace

  5. Viktorward permalink
    30 novembre 2010 17:14

    Il tuo acume e la tua verve hanno allietato la mia giornata

    Mi piace

  6. Chuck permalink
    27 gennaio 2012 15:42

    Madonna ragazzi chi se lo scorda il Don Chuck Schuldiner Castoro… XD Uno dei rimpianti più grossi che ho è aver scritto un sacco di mail per voi ma non averle mai mandate… Che cazzo di minchione… XD

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: