KINGDOM OF SORROW “Behind The Blackest Tears” (Relapse)

Kingdow Of Sorrow - "Behind The Blackest Tears"

L’immenso (in tutti i sensi) Kirk  Windstein, uno dei padri fondatori e pionieri dello Sludge della Lousiana, sembra aver deciso di far riposare i Crowbar (fermi all’ottimo ‘Lifesblood for the  Downtrodden’ sotto Candlelight di 5 anni fa) e di dedicarsi principalmente a questo side-project con Jamey Jasta degli Hatebreed, portandosi dietro anche un paio di membri della band principale (ammesso lo sia ancora). I risultati sono esattamente quello che vi potete aspettare sia stilisticamente, visto che potremmo definire i Kingdom of Sorrow come 3/4 Crowbar con 1/4 Hatebreed, che qualitativamente. Già l’esordio omonimo aveva fatto parlare di sé in termini buoni, questo ‘Behind The Blackest Tears’ conferma quanto fatto in precedenza e anzi aggiunge qualcosina in termini di varietà (si veda ‘From Heroes to Dust’,  non la classica canzone composta da gente cresciuta a pane e fango in Louisiana) mantenendo ispirazione di discreto livello per tutto il disco. Chiaramente quando Crowbar, Grief e Eyehategod viaggiavano all’apice della forma i tempi per lo Sludge (con la S maiuscola) erano migliori, ma va comunque riconosciuto ai Kingdom of Sorrow la capacità di produrre dischi onesti nei quali, in ultima analisi, la sostanza c’è eccome. (Fabrizio “Er Doom” Socci)

One comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...