Skip to content

IL BATTERISTA DEGLI AC/DC ARRESTATO PER POSSESSO DI MARIJUANA

3 dicembre 2010

La linea difensiva dell’avvocato di Phil Rudd è stata magnifica. Lo beccano in Nuova Zelanda con due grammi di erba addosso e altri venticinque a casa, lo arrestano, lo portano davanti a un giudice e l’avvocato chiede che lo scagionino perché, siccome viaggia molto per il mondo in tour con gli Ac/Dc, ha bisogno di fumare. Geniale. In Nuova Zelanda la laurea in giurisprudenza te la danno coi punti del supermercato. A questo punto possiamo inventarcela pure noi qualche tesi difensiva. Del tipo: Phil Rudd fuma perché soffre molto il jet lag, quindi appena arriva in un posto si spara una bomba, collassa e si risveglia quindici ore dopo in tempo per salire sul palco, accendersi una sigaretta e suonare lo stesso tempo di batteria per due ore e mezza; poi va direttamente in aeroporto e appena atterra ripete l’operazione, così non si rende conto del fuso orario. Phil Rudd fuma perchè quando aveva dieci anni è andato a un concerto di Bob Marley e tutti i rastoni lo hanno preso in giro perché non fumava, lui è rimasto traumatizzato della cosa e tuttora il suo psicanalista gli consiglia di sfondarsi per superare lo shock. Phil Rudd fuma perchè ogni giorno vuole vedere le 4.20 di pomeriggio in due parti diverse del mondo, ed è per questo che a sessant’anni ancora prende continuamente l’aereo. Phil Rudd fuma perché sta cercando di smettere di fumare sigarette, e usa la Maria come una specie di metadone. Phil Rudd è stato iniziato all’erba da Marco Pannella, poi se n’è andato dal Partito Radicale e ha preferito devastarsi quotidianamente per non rischiare di fare la parte dell’imbecille come spesso succede ai transfughi del Partito Radicale. Phil Rudd fuma perchè è un fan degli Yes e da quarant’anni gli fanno suonare sempre lo stesso tempo di batteria. Phil Rudd fuma per una ricerca sulla marijuana; in realtà a lui non piace, ma sta scrivendo un libro sull’argomento e vuole essere informato (questa però è già stata utilizzata da Pete Townshend quando lo beccarono con l’hard disk pieno di pedopornografia). Phil Rudd è una persona anziana, ha fumato per sessant’anni signor giudice, non vorrà mica fargli smettere ora? Phil Rudd fuma perchè sta scrivendo la tesi. Phil Rudd fuma per religione; la sua fede gli impone infatti di spararsi dieci sifoni al giorno, pena la dannazione in un inferno popolato da demoni che suonano lo stesso tempo di batteria per l’eternità. Phil Rudd è una rockstar e le rockstar fumano gli spinelli, e non sarà certo lei signor giudice a poter fermare il rock and roll. Phil Rudd fuma da quando ha scoperto di chiamarsi Phillip Witschke. Phil Rudd fuma per protestare contro gli americani che hanno bombardato i campi di oppio in Afghanistan. Phil Rudd fuma per dimenticare. Phil Rudd è un salutista del cazzo che non aveva mai fumato in vita sua e anzi ha sempre rifiutato pure se dopo ogni concerto volevano farlo fumare, poi un giorno si è stancato e ha detto che avrebbe fumato solo se gli asini avessero cominciato a volare o se l’Inter avesse vinto la Champions League. Phil Rudd fuma per fare un dispetto alla moglie. Phil Rudd fuma perché ci sono i bambini in Africa che non hanno di che fumare. Phil Rudd fuma perché pensa che la THC sia un infallibile repellente per gli alieni; ma qui non ci sono alieni; vedi che funziona? Phil Rudd fuma perché da giovane ha studiato scienze delle comunicazioni alla Sapienza e la sera se la faceva al bar “Meeting” di piazza Bologna. Phil Rudd fuma perché Francesco Farabegoli ha stroncato Black Ice. Phil Rudd fuma perché la sera alla televisione australiana non danno mai un cazzo. Phil Rudd fuma perché proprio in generale in Australia non succede mai un cazzo. Phil Rudd fuma perché in realtà è un mutaforma carnivoro da un’altra galassia dove al posto dell’ossigeno respirano THC. Phil Rudd fuma perché è un dovere morale permettere ai membri degli Ac/Dc di essere ricchi, pieni di femmine e con uno schiavo giamaicano che gli rulli canne a getto continuo; non chiediamo questo, ma almeno a lui da solo le canne gliele lasciamo fare? Phil Rudd fuma perché Bondi gli ha dedicato una poesia. Phil Rudd fuma perché sta cercando di infrangere tutte le domande del foglietto che ti danno appena entri negli Stati Uniti; ha incontrato qualche difficoltà con “hai mai organizzato e/o partecipato ad un colpo di stato” e “sei mai stato iscritto al partito nazionalsocialista tedesco”, ma ci sta lavorando; se le interessa signor giudice, Phil Rudd asserisce di apprezzare il profumo dei fiori ma di non essere interessato a fare il fioraio. Phil Rudd fuma perché si è laureato in letteratura rinascimentale e ora paga gente che gli insegna come uccidere la letteratura. Phil Rudd fuma perché dice che così non ha bisogno degli occhiali 3D. Phil Rudd fuma per manifestare il suo libero arbitrio. Phil Rudd fuma perché internet non gli funziona. Phil Rudd fuma perché legge Metal Shock. Mi raccomando ragazzi, state lontani dalla droga. (barg)

13 commenti leave one →
  1. Arkady permalink
    3 dicembre 2010 14:43

    Phil Rudd fuma l’erba,le mucche addirittura la mangiano l’erba,e signor giudice sinceramente :lei ha mai visto mucche in galera?;Phil Rudd fuma perchè non capisce come mai l’acqua del cesso in Australia gira al contrario;Phil Rudd fuma perchè ad essere il batterista degli AC/DC ti vien anche voglia di fare qualcosa di divertente nella vita;Phil Rudd fuma ok,ma nessuno ha ancora messo in galere Malcolm Yuong per il suo taglio di capelli!!!Obiezione…Accolta

    Mi piace

  2. sergente kabukiman permalink
    3 dicembre 2010 19:54

    phil rudd fuma perchè è l’unico modo per sopportare gli assoli di angus young..comunque a proposito di batteristi potevate dedicare due righe ad armando acosta dei saint vitus scomparso qualche giorno fa..mi meraviglio sopratutto considerando il fatto che a metal shock aleggiavano personaggi come il doom e mancusi..addio armando,nato troppo tardi,morto troppo presto

    Mi piace

    • 3 dicembre 2010 20:29

      Hai assolutamente ragione, sergente, ti confesso che ci avevo pensato ma poi ho desistito temendo che con quattro R.I.P. in due giorni il blog avrebbe assunto dei connotati un po’ troppo inquietanti.

      Mi piace

      • sergente kabukiman permalink
        3 dicembre 2010 21:36

        ahah hai ragione,già ci hanno lasciato tre grandi(giù il cappello per il maestro Mario),a metterne un quarto la gente avrebbe scambiato metal shock per un sito di necrologi!p.s. non prendetela come leccata di culo,ma ciccio che mi da del “tu” mi fa commuovere,troppi ricordi di infanzia,tipo la recensione dei resuscitator..bella lì metal shock!sempre i migliori!

        Mi piace

  3. certaindeath permalink
    3 dicembre 2010 21:25

    “Lui neanche si faceva di droga, si faceva di gente”(cit.)

    Mi piace

  4. 16 dicembre 2010 16:40

    io comunque non ho mai stroncato black ice. o comunque non me lo ricordo. fumo troppo.

    Mi piace

Trackbacks

  1. blog di donne belle #4 « Metal Shock
  2. Radio Feccia #3 | Metal Skunk
  3. Radio Feccia #4 | Metal Skunk
  4. I lead a life of crime: Phil Rudd degli AC/DC accusato di aver assoldato un sicario | Metal Skunk
  5. blog di donne belle #10 | Metal Skunk
  6. AC/DC: Phil Rudd condannato a otto mesi di domiciliari | Metal Skunk

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: