Tag Archives: Turbonegro

Avere vent’anni: dicembre 1998

LA CARUTA DI LI DEI – Mediterraneo Atto I Ciccio Russo: Dopo aver inciso lo straordinario album d’esordio degli Inchiuvatu (per me il miglior disco black metal mai inciso in Italia), Agghiastru iniziò a far girare una cassettina espressione della cosiddetta “Mediterranean Scene”, con brani di gruppi accomunati dal cantato in siciliano ma fortemente distinti nei suoni, che esploravano diverse

Continua a leggere

Il più grande disco rock degli anni ’90: TURBONEGRO – Apocalypse Dudes

Se lavori nel pronto soccorso psichiatrico di una grande città come Milano, sarai abituato a vederne di ogni. Ma comunque dovrà aver fatto il suo effetto trovarsi davanti in piena notte un ciccione norvegese con la faccia pittata, farneticante e strafatto di eroina. Chissà se chi era di turno quel 1 dicembre 1998 sapeva che quel ciccione era nientemeno che

Continua a leggere

Hank von Helvete è tornato. E balla da solo

Nel 2007 i Turbonegro pubblicano il terzo disco della reunion, nonché il peggiore: Retox. Il titolo era un’allusione al ritorno di Hank von Helvete alla tossicodipendenza, che già aveva causato il primo scioglimento della band dopo quel celebre soggiorno in un ospedale psichiatrico milanese durante il tour di Apocalypse Dudes (che – lo ricordiamo – è il più grande disco

Continua a leggere

I’m getting ready for Alfano: TURBONEGRO – RockNRollMachine

Dopo Hank Von Helvete, che sembrava impossibile da rimpiazzare, se ne era andato pure Pal Pot Pamparius. A Sexual Harassment mi ero quindi avvicinato con diffidenza. Però non era peggio di Retox, l’ultimo, spento disco con l’ex frontman. Poco dopo ebbi l’occasione di spararmeli dal vivo all’Hellfest e fu fantastico. Ok, non li ho mai visti con Hank (sigh) ma

Continua a leggere
« Vecchi articoli