R.I.P. Andrea Meyer Haugen [1969-2021]

Certamente molti di voi hanno sentito pochi giorni fa del massacro di Kongsberg in Norvegia, dove un pazzo convertito all’ Islam munito di arco si è messo a scagliare frecce random contro gli sfortunati passanti che gli capitavano a tiro. Le vittime totale sono state in tutto cinque, un uomo e quattro donne, una della quali si è saputo ieri fosse Andrea Meyer Haugen, nota soprattutto ai seguaci incalliti della scena black norvegese dei primi anni ’90 per essere stata l’ex moglie di Thomas Haugen (Samoth) degli Emperor.

Ma Andrea era anche molto altro: ex-modella, artista, poetessa, ma soprattutto una donna con una passione sfrenata per antichi misteri legati alla cultura ancestrale gotica, neofolk e neo pagana, che ha messo splendidamente in musica nei suoi progetti Hagalaz’ Runedance prima e Nebelhexe poi, una via “spirituale” nell’affrontare tematiche norrene che sotto certi versi si può considerare apripista di progetti come Wardruna, Heilung e altri che oggi vanno per la maggiore.

Da non dimenticare poi il disco delle Aghast sotto Cold Meat Industry , un’inquietante dark ambient composto insieme all’altra strega venuta dalla nebbia che risponde al nome di Tania Stene (ex compagna di Fenriz), oltre alla collaborazione come voce femminile su Nemesis Divina e The Principle of Evil Made Flesh. La parte recitata quasi sussurrata sul finale di To Eve The Art of Witchcraft (che sto ascoltando proprio ora) mi procura regolarmente i brividi.

I tanti messaggi di cordoglio che ho letto tra Facebook e Instagram (molto toccante quello di Satyr) ne parlano come uno spirito libero, una donna coraggiosa e indipendente che di certo non meritava una morte così assurda. Che la terra ti sia lieve. (Michele Romani)

9 commenti

  • E’ terribile davvero…tra le tante cose che ti possono uccidere quali malattie,incidenti,aggressioni, mai penseresti ad un attacco con l’arco, manco fossimo in qualche sperduta foresta equatoriale a cercare tribù sconosciute. E invece no è un cazzo di danese fuori come un balcone convertito all’islam…che scommetto è andato a colpo sicuro visto che a quelle latitudini la polizia va pure in giro senza pistole e anche se ammazzi millemila cristiani (vedi Breivik) al massimo ti fai 20 anni. Questo si meriterebbe nient’altro che una bella pallottola in testa, minima spesa massima resa.

    "Mi piace"

    • Non per polemizzare, premetto; però dire “convertito all’Islam” è un po’ come dire che Belknap e Vance si erano convertiti ai Judas Priest prima di suicidarsi.
      Qua la questione è piuttosto un’altra ed è tristemente comune nella contemporaneità: una presunta schizofrenia paranoide, o una psicosi molto seria (con annesso disturbo anti-sociale) che deborda perché nessuno se ne è occupato in tempo. Per nessuno intendo una cazzo di rete sociale, quantomeno.

      Piace a 2 people

      • E` vero, siamo diventati algoritmicamente molto efficienti a farci bombardare di cose che ci piacciono e a filtrare quelle che non ci interessa (perche` magari ci fanno stare male). Ed e` quindi facile non accorgersi del nostro vicino/amico/parente che sta male

        "Mi piace"

  • Una metallara che muore trafitta da una freccia nel 2021. Il Cielo ha davvero del sarcasmo crudele.

    Piace a 1 persona

  • Non ne sapevo nulla, mi dispiace un sacco.
    Non sapevo neanche che gli Hagalaz Runedance riscuotessero consensi da queste parti.
    Che la terra le sia lieve.

    "Mi piace"

  • [Mode: pesante sarcasmo ON]
    L’ISLAM È UNA RELIGIONE DI PACE (cit.)
    [Mode: pesante sarcasmo OFF]

    Piace a 3 people

  • Avevo letto il suo nome su sito d’informazioni inglese, e mi suonava purtroppo familiare, ma mai avrei pensato che fosse lei. Conosco bene le Aghast e i suoi primi due lavori con il progetto Hagalaz e pur non fregandomene una beneamata mazza di paganesimo et similia, i dischi non era affatto male e all’epoca li ascoltavo spesso. Allucinante morire in questo modo nel 2021 e soprattutto in un paesino norvegese…RIP

    "Mi piace"

  • L’album delle Aghast , mi fa venire i brividi ogni volta che l ascolto…ho anche the The Dark side of deaming….ma ammetto dovrei riascoltarlo meglio…
    Sull’ attentato : no comment…..la religione è una grave malattia mentale.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...