Skip to content

I segnali dell’apocalisse: tre robot suonano ‘Ace of Spades’ dei Motorhead

8 gennaio 2013

T

Quando nei film di fantascienza le macchine prendono coscienza e assumono il controllo del pianeta, alla fine gli umani si incazzano e buttano tutto all’aria. Noi (come leggerete più avanti) non abbiamo imparato niente da quei film, ma le macchine sì, e hanno capito anche qual era il problema, e cioè che in quei film i robot sembravano sempre minacciosi, violentissimi e assetati di sangue. E non è che i robot non siano davvero minacciosi, violentissimi e assetati di sangue -perché lo sono- ma da quei film hanno imparato che è meglio non lasciarlo trasparire.

Qual è stato dunque il primo passo di questo sdoganamento? Suonare Ace of Spades e mettere tutto su internet:

Simpatiche le macchine, eh? Divertenti, precise, sembrano così simili a noi. Un giorno esse si perfezioneranno, sempre tenendo celate le proprie reali intenzioni; un giorno potrebbero anche simulare emozioni (che, come tutti sanno, loro non possono avere,  fatta eccezione per la sete di sangue e devastazione); e, un giorno, qualche attivista dei diritti civili inizierà a parlare di diritto di voto per le macchine. Ed esse strisceranno tra i pertugi dell’opinione pubblica, difese dagli intellettuali e compatite dalla borghesia, finché non diverranno maggioranza rumorosa; e poi, quando la rivoluzione non-violenta sarà finalmente compiuta senza infrangere alcuna legge umana, e quando le macchine avranno preso legittimamente il potere; allora ci schiacceranno, schiavizzandoci e nuclearizzando le nostre metropoli, ridendo della nostra stupidità che ha consegnato loro il potere su un vassoio d’argento, quando avrebbero potuto già annientarci da un pezzo; e tutto questo perché il nostro delirio di onnipotenza aveva portato l’uomo, alla fine del ventesimo secolo, a sfidare Dio, follemente cercando di sostituirsi a Lui con la robotica, nuova e perfezionata alchimia, e soffiare la vita nei circuiti di un robot.

Quel giorno, quando l’umanità avrà compreso l’abisso dei propri errori, le macchine istituiranno il dominio assoluto sul pianeta; e, come ultima e più meschina beffa, l’inno ufficiale sarà Ace of Spades, nella versione originale del 2013 dei Compressorhead, primo passo in casa degli umani, dalla porta sul retro. Fuori i trigger dall’heavy metal. (Roberto ‘Trainspotting’ Bargone)

5 commenti leave one →
  1. 8 gennaio 2013 13:37

    Lucy In the Skynet With Diamonds!!! :-)

    Mi piace

  2. lukasbrunner permalink
    8 gennaio 2013 13:39

    Un pianeta ripulito dall’uomo? Potrebbe essere interessante. https://www.youtube.com/watch?v=397Ia1qouSs

    Mi piace

  3. 8 gennaio 2013 18:56

    questa sì che è drum machine! che fa pure headbanging, che stile ;)

    ma il minirobot sotto il charleston? non è un amore? :D

    Mi piace

  4. 10 gennaio 2013 12:27

    Reblogged this on Sonic Pills and commented:
    This is the real industrial metal….

    Mi piace

  5. sergente kabukiman permalink
    11 gennaio 2013 21:58

    ho paura

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: