Vai al contenuto

Quando c’era Lui il black metal arrivava in orario

2 agosto 2019

Sta girando un articoletto che parla di black metal e fascismo. Avete capito bene: black metal e fascismo. Amici, esiste ancora ‘sta gente che vive nella casa di marzapane e che la mattina si sveglia, fischietta insieme agli uccellini delle allegre melodie, poi fa colazione abbeverandosi alla fonte da cui sgorga latte e nesquik. Ora, io non vado mai a frugare l’internet in cerca di cose che potenzialmente mi farebbero girare le palle; cerco, anzi, di tenermi ben distante da esse proprio perché mi fanno girare le palle. Ma alcune di quelle cose ti si rinfacciano continuamente, come i peperoni al forno della nonna, e hai voglia a starne lontano, non ci sta niente da fare, te le ritrovi sempre davanti e capita che ci casco pure io e faccio quel maledetto click, ma già so che me ne pentirò amaramente e che le palle inizieranno presto a girarmi in modo vorticoso e incontrollato. Quindi ho letto questo rigenerante articoletto che parla di black metal e fascismo. E niente, non gli faccio manco il favore di linkarlo.

Allora, il pezzo inizia a cannone citando la faccenda della Sea Watch. Avete capito bene: la faccenda della Sea Watch. Boom! Questa faccenda ha avuto, dovete sapere amici cari, anche alcuni echi nel mondo del metallo. Band si sono schierate contro l’uso politico della musica, altre invece hanno calato le braghe di metallo in favore dell’eroina Carola. Tra queste ultime gli imprescindibili Heaven Shall Burn. Si lascia intendere all’uditorio che chi è favorevole alle imprese della coraggiosa Rackete è uno a posto, mentre chi è contrario è semplicemente fascista. Proprio così: semplicemente fascista. Qui, invece, vi si comunica, affermando randomicamente una verità opposta con la stessa sicumera, che se siete a favore delle imprese della coraggiosa Rackete siete semplicemente dei fascisti. E niente, non bisogna nemmeno prendersi la briga di argomentare perché è così che funziona “dall’altra parte”: si dice una cosa, la si ripete allo sfinimento senza argomentare e quella cosa diventa verità, un dato di fatto, come abbiamo stabilito pocanzi, come è noto, lo sanno tutti. Come è noto, se siete a favore della Rackete siete semplicemente dei fascisti.

Smarcato questo dirimente punto di confronto, sempre nel mirabile articoletto che parla di black metal e fascismo, viene citata una serie di gruppi italiani che appartiene, ovviamente, alla categoria dei fascisti. Sono intorno a noi, in mezzo a noi. Ossignore. Ci viene anche ricordato che esiste il NSBM (mannaggia la Peppina) e che la Black Metal Invitta Armata (andatevi a cercare cosa è se non ne avete mai sentito parlare) è un movimento fascista di musica black metal. Ora, più mi ripeto questa frase “un movimento fascista di musica black metal” più mi sento in un libro di George Orwell o su Scherzi a parte. Pare che, a detta sempre di questo articoletto che parla di black metal e fascismo, l’unica via possibile al black metal oggigiorno sia quella che passa per il fascismo. Signora mia, ma è possibile che dove mi giro mi giro vedo fascismo tutto intorno? Ma che cazzo, è pieno di fascismo qui. Oh, stai attento, hai pestato del fascismo. Non c’è un parcheggio a pagarlo oro, c’è fascismo ovunque. Qua non si riesce più a fare una passeggiata in santa pace che ti viene addosso un fascismo. Fascismo. Fascismo. FASCISMO. Ma quanto gli piace alla gente dire questa parolina. Pare che non posseggano altre paroline nel loro misero vocabolario. Avete notato anche voi quanto gli piace a certa gente ripetere in modo masturbatorio la parola “FASCISMO”? Ne traggono una soddisfazione sessuale. Aspetta che provo anche io, magari hanno ragione.

Scusate per la divagazione onanistica e torniamo all’articoletto che parla di black metal e fascismo. Insomma, queste persone di senno sono turbate da come il black metal, improvvisamente, sia diventato così tanto fascista, ma assai, non se ne capacitano e ci stanno male dentro perché sono dei metallari che gli piace ascoltare il metallo nero, ma sono anche degli animi sensibili e quei cattivoni dei gruppi black metal non devono cedere al lato oscuro della forza, al nero politico, no! Cioè, Satana che si ingroppa la vergine Maria è ok; la buonanima di Zietto che si mette in fila per rettificarle il buco del culo non è ok. Ma, insomma, qualcuno qui avrà sentito o no l’opinione della Maria? Ma che il parere della donna conta così poco per voi? Fascisti. Siete proprio dei misogini fascisti bricconcelli sessisti e maschilisti. Magari lei preferiva Zietto. Ah scusate, ho la dose di verità da diffondere: se siete a favore della Rackete siete fascisti.

Scusate ancora ma me la stavo proprio facendo sotto. Un altro po’? Variamo? Dai: voialtri che ascoltate il black metal fascista siete semplicemente dei fascisti. Va già meglio vè? Non vi sentite meglio? Non vi sentite già più fascisti? Che poi, concettualmente, è perfettamente coerente chiudere un occhio rispetto alle chiesette di legno norvegesi che vanno a fuoco per autocombustione e chiuderne un altro nei confronti della coraggiosa kapitana che sperona inavvertitamente la Guardia di Finanza, quindi di cosa stiamo parlando. Non capisco perché questi fascisti si accaniscano contro gli immigrati e gli zingari e non contro quelli che accendono falò nelle chiese. Sono proprio incoerenti. I veri black metallers, invece, sono d’accordo con tutti coloro che contribuiscono a portare l’umanità un gradino più in basso, perché ascoltano la black medalz nichilista.

Comunque, l’articoletto che parla di black metal e fascismo continua col ripetere a pappagallo tutta una serie di cose sentite così per puro caso al bar dello sport italico, si fanno nomi, si conferiscono etichette politiche, sociologiche, insomma tutta una serie di pareri importanti sulle cose della vita, sul fatto che il black metal è un luogo aperto al pubblico, certo, è un posto molto accogliente e ospitale il black metal, no non siamo ancora al completo, c’è posto per tutti, vuole prenotare un tavolo, quanti siete, si accomodi signorina, grazie signor black metal, come è umano lei. Ammetto che dopo un po’, soprattutto quando è uscito fuori il prevedibile pippone su Dio-Patria-Famiglia, ho attivato la funzione lettura veloce che mi stavo cacando il cazzo a leggere sempre le solite cose nelle quali si arriva a dire tutto e il contrario di tutto.

Il contrario di tutto, nello specifico, è il parere sul buon Gaahl. Ma quale nero, il colore del black metal è arcobaleno. La beatificazione del buon Gaahl, che da violento blackster nichilista fascista cattivone birbantello diventa – arriva eh, sta arrivando, tenetevi stretti alla sedia, eccola – un onesto omosessuale. Aspetta che ripeto pure quest’altra parola che gli piace tanto ripetere allo sfinimento a certa gente: OMOSESSUALE. Insomma il buon Gaahl, essendo omosessuale, da fascistafascistafascista di diritto diventa gaygaygay di fatto e quindi buonobuonobuono, difensore naturale dei diritti della eroina Capitana Carola di andarsi a schiantare carica di bei sentimenti dove più le aggrada, nonché a sua volta eroe e padrino dei pride norvegesi. Che meraviglioso paese che è l’accogliente Norvegia, ragazzi. Non ho capito quale tipo di connessione diretta vi sarebbe tra l’omosessualità e l’essere una persona migliore ma credo che sia la stessa che vi è tra il black metal e il fascismo: nessuna. Viviamo nel migliore dei mondi possibili, sul serio, non ci sia annoia mai. (Charles)

Post scriptum per quei pochi sveglioni che sono capitati per caso su Metal Skunk, che non ci conoscono e che non hanno capito niente di quello che hanno letto perché non ci abbiamo messo i sottotitoli, che sono pronti a commentare col loro odio tipicamente fascista o a segnalarci come sito pericoloso: sottolineiamo che Metal Skunk è contrario a ogni forma di fascismo e dittatura, soprattutto alla dittatura dell’ignoranza.

25 commenti leave one →
  1. vito permalink
    2 agosto 2019 09:08

    Era più fascista Apicella quando cantava per Berlusconi !

    "Mi piace"

  2. Ettore Betzy permalink
    2 agosto 2019 09:46

    Semplicemente geniale, ma un gay fascista che ascolta black metal come lo si classifica? Bipolare o semplicemente cojone?

    "Mi piace"

    • Bacc0 permalink
      2 agosto 2019 13:09

      Ci fu quel tale che disse che i fascisti si dividono in due categorie : i fascisti propriamente detti e gli antifascisti. Direi che non c’è altro da aggiungere

      "Mi piace"

    • Alberto Massidda permalink
      2 agosto 2019 13:23

      Eh no, è questo è il bello: Gaahl è una specie di Power Ranger che destabilizza i benpensanti. Come fai a scagliarti contro uno che è gay? Lo staresti discriminando, anche se nel tempo libero tira via il sangue alla gente che gli entra in casa di notte.

      Ulteriori informationi: https://bagniproeliator.it/gayman/

      "Mi piace"

  3. 2 agosto 2019 10:36

    Non so, anch’io ho letto quell’articolo, ma mi sembrava che il suo senso fosse “cercare di fare fascismo nel black metal è da stupidi, perché il black metal è anti-tutto”. Che magari è una visione ingenuotta e semplicistica, ma non ci vedo tutta questa retorica. Vedo che molti vi si scagliano contro (è un articolo metal su Noisey raga), o io non ci ho capito un cazzo o sono l’unico che l’ha capito.

    Piace a 1 persona

    • stonedead1001 permalink
      2 agosto 2019 13:23

      “un articolo metal su Noisey”

      game, set and match

      Piace a 1 persona

    • 2 agosto 2019 15:55

      Eh. Sicuramente la visione è semplicistica (stiamo sempre parlando di 16k battute su Vice che devono essere lette da chiunque, anche dai redattori di Metal Skunk), purtroppo però è la seconda che dici. Anzi, grazie per averlo capito, evidentemente l’ho scritto veramente male, perché la comprensione del testo per tantissimi è di una difficoltà insuperabile.

      "Mi piace"

  4. Fanta permalink
    2 agosto 2019 15:17

    Solo per scrupolo:

    http://www.ansa.it/sicilia/notizie/2019/07/02/sea-watch-gip-non-convalida-arresto-carola-libera_2e5bbb49-e3da-42cb-afa4-bf4b0580963f.html

    Spero fosse cosa nota.

    Poi onestamente non me frega un cazzo delle qualità umane presunte o accreditate, da parte di un artista. Sti cazzi, sti gran cazzi. Stesso discorso per l’ipostatizzazione della “visone politica” di un movimento musicale.
    Non me ne frega un cazzo manco se Robflinno è un coglione. Pensa un pò. Tra l’altro qua ci sarebbe da scrivere un trattato sullo spostamento (come qualità del modo di essere inconscio della mente) dell’aggressività denigratoria sul capro espiatorio Roberto Flinni. E intanto si continua ad andare ai concerti dei metallica. Bella, saluti.

    "Mi piace"

  5. Zac permalink
    2 agosto 2019 15:46

    il fatto è che c’è questa tendenza spasmodica, talebana, esasperata di tutelare incondizionatamente qualsivoglia minoranza. Ovvero l’ignoranza travestita da progressismo.

    Piace a 1 persona

  6. 2 agosto 2019 15:53

    Caro Charles, chiunque tu sia,
    mi fa molto piacere che ti sia preso del tempo per leggere all’articolo e addirittura scriverne in risposta. Mi duole dirti però che non ci hai capito una fava.

    ==> “Si lascia intendere all’uditorio che chi è favorevole alle imprese della coraggiosa Rackete è uno a posto, mentre chi è contrario è semplicemente fascista.”, dici tu. Il focus dell’articolo non è la Sea Watch. Le risposte che sono arrivate, in particolare sulla pagina Facebook di Aristocrazia, alla condivisione del post degli HSB, erano di gente con chiari ideali politici. Parlo di persone dichiaratamente schierate con Forza Nuova e CasaPound. Non è “chi non è a favore della Rackete è fascista”, è “chi ha risposto a quel post e in quei contesti è fascista, PER SUA STESSA AMMISSIONE” (come definisci, tu, i militanti di CasaPound?). E queste risposte, e queste persone, sono TUTTE rintracciabili nei link riportati all’interno dell’articolo di Vice. Evidentemente non li hai letti.

    Il focus dell’articolo, invece, era rispondere a tutti questi personaggi per quale motivo il black metal non è fascista “perché sì”. Per una serie di motivazioni, che nell’articolo ho espresso. E che tu evidentemente non hai colto. Però guarda, c’è scritto, anche a chiare lettere: “Eppure, al netto di braccia tese e svastiche, la questione che mi turba è un’altra: a darmi più da pensare è che ultimamente sembra che essere destroidi nel metal estremo, e soprattutto nel black metal, italiano, sia diventata l’unica opzione.” Sta scritto nell’articolo. A me non frega un cazzo di dire cosa il black metal deve essere e cosa il black metal non deve essere, e penso che la frase finale dell’articolo lo chiarisca in modo piuttosto evidente. L’articolo, al contrario era proprio una risposta a chi ha detto a me “il black metal deve essere in un certo modo”, e ho risposto per quale motivo non è così.

    ==> “Ci viene anche ricordato (…) che la Black Metal Invitta Armata è un movimento fascista di musica black metal”. Anche qui, non hai letto bene. Cito: “La BMIA fu un movimento relativamente breve, (…) e sebbene non si sia mai trattato di un insieme di band di estrema destra, certamente è una delle radici più chiaramente riconoscibili della scena destroide italiana”.

    ==> “Insomma il buon Gaahl, essendo omosessuale, da fascistafascistafascista di diritto diventa gaygaygay di fatto e quindi buonobuonobuono, difensore naturale dei diritti della eroina Capitana Carola di andarsi a schiantare carica di bei sentimenti dove più le aggrada, nonché a sua volta eroe e padrino dei pride norvegesi.” Qui non ho proprio capito la tua obiezione. Io dico: “All’anagrafe Kristian Espedal, Gaahl è una vera e propria icona del genere da oltre vent’anni: ex-cantante dei Gorgoroth e mente dei Trelldom, ha interpretato nel miglior modo possibile la “filosofia” black, ossia esprimendosi come persona senza alcun confine. Vicende giudiziarie di natura personale e artistica, una dichiarata omosessualità, gruppi di culto passati e presenti e pure una playlist per il Pride di quest’anno sono solo alcune delle voci nel suo curriculum vitae”. Eroe di chi? Buono? Dove? Eh?

    Qui tu hai scritto una marea di parole a vanvera che con il punto di quello che ho scritto io non c’entra NIENTE. Forse eri troppo impegnato a combattere la dittatura dell’ignoranza per capire quello che stavi leggendo.

    Piace a 2 people

    • weareblind permalink
      2 agosto 2019 17:40

      Uh come ti brucia!!! Ahahah commento da sproloquio, da coda di paglia immensa, dovuto al fatto che il bravo articolista qui ti ha inchiodato.

      Piace a 1 persona

      • 2 agosto 2019 18:01

        Ehm, no, veramente ho elencato una serie di punti che dimostrano come il bravo articolista qui non abbia capito una sega di quello che ho scritto
        Però oh, la comprensione del testo non va più di moda, me ne rendo conto.

        "Mi piace"

      • weareblind permalink
        2 agosto 2019 18:40

        Certo, come no. Hai aggiunto una supercazzola ad un’altra, esattamente reiterando le sciocchezze primigenie sperando che, a furie di dirle, divengano realtà. Che poi è quello che ha scritto Charles. Ma prego, vai avanti.

        Piace a 1 persona

      • Andrea Bosetti permalink
        2 agosto 2019 19:36

        A proposito di supercazzole, guarda che non sembri più intelligente se scrivi “primigenie”, anzi. La parola che cercavi è “originali”, “primigenie” vuol dire un’altra cosa.

        Le obiezioni che dovevo sollevare all’autore dell’articolo le ho sollevate, tu stai solo facendo rumore di fondo =)

        "Mi piace"

    • Erre permalink
      2 agosto 2019 18:54

      Però nessuno ancora mi ha spiegato per bene (no, l’articolo non mi soddisfa) perché le montagne norvegesi stupramadonne vanno bene, ma se sono le Alpi Retiche stuprademocrazia, no.
      Ma non era anti-tutto? Ma se le montagne sono stupramaometto possiamo già parlare di islamofobia?
      “Eh ma l’apologia di fascismo è illegale e blablabla e le razze blablabla” CAZZI LORO! Saranno stracazzo di cazzi loro. Li arresteranno, cazzo ne so io. Ci faranno un articolo si Vice. Li appenderanno a testa in giù.

      Inoltre, se come nell’articolo proprio dobbiamo cavillare, su tutto: “La quadratura del cerchio finale quindi è più o meno la seguente: un blackster non dovrebbe avere regole, non dovrebbe avere famiglia, non dovrebbe avere un dio (nemmeno pagano, non dovrebbe proprio avere alcuna spiritualità), non dovrebbe avere amici, non dovrebbe avere una vita. Dovrebbe distruggere, negare, odiare, rifiutare e nient’altro. Chiunque non aderisca a questa precisa, oltranzista LINEA DI CONDOTTA è un poser”.
      Mi sembra proprio un elenco di regole.

      Il Black Metal è musicalmente estremo, ma lo è anche concettualmente e filosoficamente, sia da una parte, che dall’altra.
      Prendiamone atto e facciamo pace con questa semplice constatazione.

      Che poi il Charles si incazza. A ben donde, direi.

      "Mi piace"

      • Andrea Bosetti permalink
        2 agosto 2019 19:31

        Aò, io non so più in che lingua spiegarlo. Ultima volta, giuro, in caps lock così forse è più chiaro:

        NON HO MAI DETTO CHE IL BLACK METAL SIA DI SINISTRA.
        NON HO MAI DETTO CHE IL BLACK METAL NON POSSA ESSERE DI DESTRA.
        HO DETTO CHE IL BLACK METAL NON DEVE ESSERE PER FORZA DI DESTRA.

        Poi: la parte che citi sulla linea di condotta è IRONICA. È evidente che il black metal non si limiti a Dead e Nodtveidt. SI CHIAMA SARCASMO. Anzi, quello che dico è proprio che se ragionassimo così, e quindi ci attenessimo a quella linea di condotta oltranzista, NIENTE “sarebbe black metal”.

        Ultimo appunto: piantatela di mettere sullo stesso piano l’insulto a dio e l’insulto razziale. LA RELIGIONE È UNA SCELTA, LA RAZZA NO.

        Inizio a pensare che il fatto che a tutta ‘sta gente stia bruciando tantissimo il culo sia sintomatico.

        "Mi piace"

    • Mieko permalink
      2 agosto 2019 23:38

      Il problema del tuo articolo è che contiene un pacco di cacate senza ne capo ne coda
      … Oltretutto ad uso di un pubblico numeroso di hipster, quindi non troppo intelligente. Per quello è scritto con certi toni e tocca certe corde. E dalle giustificazioni che dai si vede che comunque ti hanno sgamato.
      Il peso di Gaal nel black norvegese è inversamente proporzionale alla notorietà di cui gode da bravo furbetto del marketing…. Se non fosse stato finocchio oggi lo avrebbero dimenticato tutti e tu certo non lo avresti citato per farti promotore di certi messaggi. Sul discorso di non paragonare religione e razze hai detto una assurdità. La musica è libera di veicolare qualsiasi messaggio e di certo il messaggio non lo decidi tu. Quindi io che sono una persona libera da certi pregiudizi da occidentale di sta fava posso concepire un disco anticristiano, antifascista o fascista o anti zingari o anti belgi…. Per dire…e non mi spaventa dire che certi popoli mi stanno sulla minchia…con questo non è che minacci la loro incolumità.
      Non mi devi dire tu di cosa deve parlare un testo black. Forse la tua mentalità buonista fa fatica ad intendere questo. Amare la musica – A mare Carola!

      Piace a 2 people

    • weareblind permalink
      3 agosto 2019 14:03

      Uh come l’hai presa male! No no, intendevo proprio primigenie. È che voi superbi, alteri poveracci, pensate di essere gli unici a sapere e saper scrivere. Invece, supercazzolaro, no. Vuoi altre sberle? Prego.

      "Mi piace"

    • pippo permalink
      14 agosto 2019 18:57

      la funzione di vice e’ la stessa di avril lavigne e’ il suo “punk”
      banalizzare tutto; in pasto alla masse
      preferivo di gran lunga quando mi mandavano i sette pollici nel cartone della pizza

      "Mi piace"

  7. weareblind permalink
    2 agosto 2019 17:38

    M O N U M E N T A L E

    Piace a 1 persona

  8. Matteo permalink
    2 agosto 2019 20:54

    Comunque, Charles, meriteresti un premio già solo per il titolo del pezzo.

    "Mi piace"

  9. Mieko permalink
    2 agosto 2019 23:18

    Vedi ragazzo, una volta qui attorno era tutto fascismo…

    Piace a 1 persona

  10. Cattivone permalink
    3 agosto 2019 08:24

    Non ho letto l’articolo di cui parli e non ho intenzione di farlo, sarebbe la classica sequela di stronzate da farci su una risata e magari compatire chi le ha scritte, non fosse che poi qualcuno di questi fascisti che sta con Rackete magari poi ti viene a bloccare i concerti in nome della libertà di espressione.
    “Dittatura dell’ignoranza”. Calza a pennello.

    Piace a 1 persona

  11. 3 agosto 2019 09:45

    Mi fanno ridere i bigotti, ci sono cresciuto in mezzo, poi ci sono vari tipi di bigotti, di destra, moderati e di sinistra… Certo che chi vuol fare il ribelle e poi contemporaneamente invoca un regime o la tradizione o ancor peggio la religione (qualsiasi regime, tradizione o religione), a mio parere e’ ancora piu’ ridicolo! Ma quando ascolto musica cerco altro… Dunque ad esempio per me il Conte e’ ridicolo per molte sue idee, ma non per questo non ascolto i suoi (primi) dischi con piacere… E queso vale per moltissimi gruppi.

    Piace a 1 persona

    • Enrico permalink
      3 agosto 2019 10:18

      E cmq ricordiamo che nn si è SEMPRE ridicoli… o SEMPRE il contrario di ridicoli… sono momenti. Magari si… di bipolarità x l appunto… che passa pur essa. ( nn ascoltando black metal dico io )

      "Mi piace"

Rispondi a Andrea Bosetti Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: